Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
Da intermediario ad organizzazione: un passaggio non facile!!

Nel settore delle Agenzie di viaggio ,da un paio d’anni, vi è una speciale “migrazione” da parte di molti agenti di viaggio che da intermediari diventano organizzatori dei viaggi dei loro clienti.

Un passaggio quasi obbligato in quanto, come più volte ribadito, le commissioni non sono più sufficienti per gestire un ufficio viaggi.


Anche da internet sia con i voli low cost che con le OTA (Online Travel Agency) molte sono le agenzie che provvedono direttamente a costruire per i propri clienti i cosi detti “viaggi su misura” suoi quali i profitti sono certamente più alti.

A parole tutto appare semplice,ma nella realtà non è proprio così per due motivi:

1 – occorre saper trovare i fornitori giusti e riuscire a presentare al cliente un'offerta competitiva

2 – occorre tener presente le responsabilità che l’attività di organizzatore di viaggi comporta.

Ora sul primo punto con esperienza e capacità di utilizzo di internet , soprattutto per viaggi non troppo impegnativi, diventa facile la ricerca.

Maggiori problemi derivano dal punto 2) per un semplice motivo: molto spesso gli agenti di viaggio non conoscono o non si rendono conto delle responsabilità di ogni tipo che l’essere organizzatore comporta.

Oltre il 50% dei banconisti delle agenzie non conoscono il Codice del turismo.

Tutto viene dato per scontato,ma quando poi si incorre in qualche disservizio o richiesta di danni da parte del viaggiatore,solo allora ci si rende conto dei rischi e delle responsabilità che ne derivano dalla attività di organizzatore.

Un invito quindi è d’obbligo per i “nuovi” organizzatori: essere a conoscenza della legge che regola la responsabilità dell’organizzatore di pacchetti turistici,responsabilità ben definita dal Codice del turismo.

Oltre alla “culpa in eligendo” che deriva dalla scelta dei fornitori di servizi, esiste la completa responsabilità che deriva all’organizzatore per qualsiasi disservizio durante il viaggio.

Sono numerosi i casi in cui agenti di viaggi si sono trovati a dover rispondere direttamente di danni anche se non derivati dal loro lavoro,ma dei fornitori (dal vettore all’albergatore o altro fornitore) con conseguenze negative.