Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
"Striscia la notizia" smaschera gli abusivi

E’questa una verità:!!!! Soltanto attraverso i servizi che periodicamente “Striscia la Notizia” manda in onda veniamo a conoscenza di eclatanti casi di abusivismo nel settore dei viaggi e delle vacanze. La trasmissione del 5 gennaio scorso riguarda un parrucchiere che organizza viaggi. Il titolo “turismo per…..raso” riprende il servizio di un parrucchiere che nel suo negozio ed all’esterno pubblicizza e vende viaggi alle clienti ed anche altre persone,amici e conoscenti. Un’attività svolta al di fuori delle leggi ,nazionali e regionali,che il parrucchiere ignora completamente operando come un vero agente di viaggi, con tanto di prenotazioni, riscossioni delle quote,pagamento dei fornitori dei servizi che, pur di vendere , non guardano se il soggetto non è in regola,ma abusivo. Molte sono i casi di associazioni, parrocchie,club ,noleggiatori di pullman,guide,accompagnatori ed anche semplici privati che organizzano viaggi,gite,soggiorni non solo in Italia ma anche all’estero irregolarmente. A fronte di queste attività abusive ben poco viene fatto dalle autorità demandate al controllo che nel caso specifico sono i Comuni che dovrebbero controllare ed anche sanzionare chi opera al di fuori dalla legge. Solo su segnalazione della Fiavet qualche volta intervengono per accertare l’attività che questi soggetti svolgono e poche sono le sanzioni che adottano. Viene coinvolta anche la Guardia di Finanza in quanto queste attività abusive comportano spesso anche veri casi di evasione fiscale,ma per via della privacy non si viene a conoscenza se gli accertamenti fiscali vengono o non vengono eseguiti. Il fatto che sia una trasmissione televisiva – del tutto satirica e frivola ad evidenziare questi casi che danneggiano fortemente il lavoro delle agenzie di viaggio, ci lascia molto perplessi.
Anno nuovo...nuovi problemi per le agenzie di viaggio

Da un primo bilancio sulla base di una indagine svolta da Fiavet Emilia-Romagna-Marche su un campione di una decina di agenzie di viaggio associate, si è rilevato che il lavoro in occasione delle festività di fine anno, ha dato risultati soddisfacenti e migliori rispetto a quello degli anni precedenti. Durante il periodo Natalizio e di Fine Anno è stato un susseguirsi di dichiarazioni apparse sulla Televisione e sulla stampa da parte di associazioni di categoria ,in particolare del settore alberghiero,che hanno sbandierato aumenti a due cifre del movimento degli italiani rispetto al 2016. Per quanto concerne le prenotazioni alberghiere questo è stato possibile in particolare per il turismo invernale . E’ fuori discussione che per il forte innevamento su tutte le località alpine e appenniniche i turisti sono sensibilmente aumentati,ma è questo un turismo “fai da te” in quanto le prenotazioni nella quasi totalità vengono fatte direttamente senza passare in agenzia di viaggio. Per il lavoro specifico del ns.settore si è rilevato una buona richiesta per le classiche capitali europee,per la Grecia per le isole caraibiche ,per la Tailandia e anche per gli Stati Uniti. Tutto sommato ,una certa ripresa delle prenotazioni in agenzia si è avuta. Ma è già tempo di pensare al 2018,alle prospettive di lavoro futuro, è già tempo di bilanci,delle scelte dell’attività da privilegiare,dagli impegni finanziari cui fare fronte,agli obblighi derivanti dall’entrate in vigore –dal 1 luglio 2018 – della Direttiva europea sulle vendite di pacchetti turistici, . A proposito di questa legge, entro il dicembre scorso doveva essere approvato il decreto legislativo che ne approvava il testo ,ma ciò non è stato fatto: I motivi non si conoscono,come non si conosce cosa intende fare al riguardo il Ministero competente – MIBAC E’ possibile che tutte le volte che deve entrare in vigore un provvedimento che riguarda le agenzie di viaggio i tempi non vengono rispettati? Se non si conoscono per tempo le nuove norme ,le responsabilità dell’agenti di viaggi,i diritti dei consumatori ed il comportamento da seguire, poi sorgono i problemi di applicazione ed i disguidi. Un altro problema da non sottovalutare dalle agenzie è l’aggiornamento professionale del proprio personale, il mercato è invaso da nuovi sistemi informatici che riguardano anche innovativi sistemi e modi di lavorare in agenzia. Non è possibile non prendere in esame queste innovazioni perché è solo con un continuo aggiornamento che si può competere sul mercato.