Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
Fondo di garanzia - Rimandato a settembre!!

E’questa l’intenzione di molti agenti di viaggio Siamo in piena stagione turistica ed è questo il periodo in cui vi è il massimo lavoro in agenzia,non possiamo pertanto impegnarci a studiare quale è la proposta migliore per istituire il fondo di garanzia. Siamo stati subissati da proposte e offerte inviate da network,associazioni di categoria compagnie di assicurazioni che comportano recupero di documentazione,bilanci, ecc che fanno perdere tempo,queste le dichiarazioni di numerosi agenti di viaggio. Il tutto poi con una previsione di spesa ritenuta troppo elevata per le agenzie. Il problema lo affronteremo a settembre, dicono gli agenti di viaggio, con la speranza che nel frattempo vengano chiariti i dubbi e le perplessità che la costituzione del fondo di garanzia comportano. Non si può che condividere l’opinione degli agenti di viaggio. In questi giorni le agenzie sono impegnate con i clienti, per definire i viaggi e le vacanze per il mese di agosto. Sono questi i giorni più produttivi per il lavoro delle agenzie. Nulla deve essere lasciato al caso,date le difficoltà che il mercato presenta. Stanno cambiando le richieste dei clienti, e molti paesi e località che fino all’anno scorso erano molto richieste,sono ora condizionate dalla sicurezza che purtroppo in alcuni paesi non è garantita. Molte difficoltà quindi per le agenzie intermediarie e ancora maggiori problemi per diversi T.O. nel soddisfare le richieste della clientela. Tornando all’oggetto di questa news, il problema di costituire il fondo di garanzia esiste e sicuramente entro l’anno la quasi totalità delle agenzie lo avrà istituito.

Con il fondo di garanzia vita dura agli abusivi???

E’ questa la domanda che ci poniamo dopo l’entrata in vigore dal 1 luglio del fondo obbligatorio di garanzia danni contro il fallimento o l’insolvenza dell’agente di viaggio sia esso intermediario che organizzatore. Come dovranno comportarsi le associazioni senza scopo di lucro e anche tutti coloro (guide,noleggiatori di pullman,e privati ecc)che organizzano viaggi e soggiorni per tutti e che proliferano sul mercato togliendo lavoro alle regolari agenzie di viaggio? E' questa la domanda cui si dovrà al più presto dare risposta. Le agenzie con il fondo di garanzia devono sobbarcarsi un onere non indifferente di spesa per avere la copertura assicurativa a favore dei turisti,riteniamo quindi che anche coloro che organizzano e vendono viaggi e soggiorni ai consumatori devono avere la copertura assicurativa contro l’insolvenza o fallimento. Ma sarà poi così? Già oggi la maggior parte di coloro che abusivamente (e non sono solo le associazioni ) organizzano viaggi,difficilmente sottoscrivono la polizza RCT prevista dalla legge, e riteniamo quindi che non lo faranno anche per essere coperti contro i rischi di fallimento o insolvenza. Il motivo è molto semplice: difficilmente,per non dire nessuno,controlla queste attività abusive. Facciamo il caso dell’Emilia-Romagna . Nel 2014 è passata una legge che ha trasferito ai Comuni i compiti di vigilanza e controllo sulle agenzie di viaggio e sulle associazioni senza scopo di lucro che organizzano viaggi, ebbene a distanza di quasi un anno non si sa ancora come e chi deve svolgere questi controlli . Di conseguenza se prima le Province facevano poco, al momento non si fa nulla. Se non vengono date direttive precise ai Comuni,ma sopratutto se non si affidano alla Guardia di Finanza i controlli, il fenomeno dell’abusivismo aumenterà sempre.

Estate 2016 - Prospettive di lavoro per le agenzie

Accantonato per il momento il problema del fondo di garanzia che dall’inizio di luglio ha portato via molto tempo alle agenzie per capire quale è la scelta migliore tra quelle che numerose sono state presentate sul mercato, inizia ora il tempo delle prenotazioni e delle vendite dei viaggi e delle vacanze degli italiani.. I recenti fatti di Nizza e della Turchia,in particolare, hanno modificato molto l’interesse dei turisti per queste mete e gli orientamenti si sono riversati quasi totalmente su Grecia,Spagna ,Croazia ed anche l’Italia per l’Europa con un notevole interesse anche per i paesi oltreoceano Stati Uniti in testa. Tutto ciò era prevedibile in quanto l’Egitto non riesce a recuperare e la Tunisia è out. Sono questi pareri espressi dal campione di agenzie che la Fiavet interpella periodicamente all’inizio delle vacanze estive ed invernali. Al momento è difficile trovare sistemazione soprattutto in Grecia e nelle isole adiacenti, questo mercato è in mano ad alcuni T.O. che per il mese di agosto danno il tutto esaurito. Più facile è la prenotazione da parte di clienti singoli o gruppi familiari soprattutto in abitazioni private. Non trovando soluzioni valide, ma soprattutto non garantite, molti internauti si rivolgono alle agenzie per trovare disponibilità. Si nota nelle agenzie un seppur modesto aumento di turisti che mai prima si era visti. Trattasi di una clientela di persone che lavorano e intendono essere sicuri di poter fare le ferie senza problemi e disservizi vari sempre di attualità nelle prenotazioni online. A questa prima indagine ne seguirà una ai primi di agosto per fare il punto effettivo di come stanno andando le cose,non dimenticando che qualcosa si muove anche nell’incoming sopratutto per le città d’arte e non solo per Roma Firenze e Venezia. Da un dato recenti rileviamo che Bologna ha registrato nel primo semestre 2016 un aumento dei turisti stranieri del 10%

Garanzia Cofiter per agenzie sicure in Emilia-Romagna

E’ in fase di decollo l’iniziativa di Cofiter –Cofidi Terziario Emilia-Romagna – che alle agenzie di viaggi iscritte nell’elenco agenzie sicure approvato dalla Regione Emilia-Romagna offre la possibilità di beneficare di una fidejussione bancaria a copertura dei rischi non più coperti dal fondo nazionale di garanzia cessato il 30 giugno 2016. Il merito di questa importante iniziativa è di Fiavet Emilia-Romagna-Marche che preoccupata dai costi assai onerosi previsti da associazioni di categoria,network e compagnie di assicurazione per ottenere adeguata copertura contro i rischi di fallimento o insolvenza delle agenzie, ha avviato contatti con Cofiter per ottenere una copertura tramite fidejussione bancaria stabilita in base a determinati scaglioni di fatturato realizzato dall’agenzia nell’ultimo esercizio finanziario. Sono attualmente un centinaio ,su circa 600 in attività, le agenzie iscritte nell’elenco “agenzie sicure”e al fine di agevolare altre agenzie che desiderano utilizzare la proposta di Cofiter è stato richiesto alla Regione di aprire in anticipo il bando per l'iscrizione previsto in ottobre. Vi sarà quindi la possibilità per molte agenzie,tramite una preiscrizione ,di poter beneficiare dell’iniziativa di Cofiter.
Fondo di garanzia: quanta confusione per le agenzie di viaggio

E’ arrivato il 1 luglio e da questa data tutti gli agente di viaggio devono provvedere direttamente con un fondo di garanzia alla copertura contro il fallimento o l’insolvenza delle loro aziende, ma siamo nel pieno della più totale confusione . Negli ultimi giorni è stato tutto un susseguirsi di proposte e relative offerte da parte di associazioni di categoria, compagnie di assicurazioni,network ,ecc. che hanno invaso le agenzie e la stampa di settore con comunicazioni ed informazioni poco chiare anzi possiamo dire che hanno complicato gli obblighi delle agenzie. Una cosa però è subito apparsa certa : i costi per questo fondo sono elevati per tutte le agenzie ed in particolare per quelle medio-piccole. Si chiedono migliaia di euro per una copertura assicurativa che già di per sé è assurda,ovvero coprire il fallimento o insolvenza della propria agenzia! Ma chi è quell’imprenditore che prevede di fallire!” A questo obbligo di assicurare l’agenzia,comunque bisogna provvedere in tempi non immediati,ma brevi. Nei prossimi giorni si spera vengano chiarite le varie posizioni,vengano semplificate le pratiche burocratiche richieste che sono fatte a posta per complicare il lavoro ,proprio nel periodo in cui le agenzie sono impegnate nella vendita dei viaggi e le vacanze estive. Ma soprattutto deve essere chiaro qual è il costo effettivo a carico dell’agenzia per questo fondo di garanzia. Anche la Fiavet ha un proprio progetto su cui si sta cercando di definire il mosaico al fine di presentare agli associati la migliore proposta ,ma sopratutto la più economica.