Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
Fondo di garanzia - Rischi per le agenzie di viaggi

In questi giorni in cui l'argomento principale di cui si parla è il fondo di garanzia che dovrà sostituire quello nazionale che cesserà dal 1 luglio p.v. si rileva da una indagine realizzata che nell'ultimo quinquennio nessuna agenzia di viaggi iscritta alla ns.associazione è fallita o è stata condannata per insolvenza. Questo dato pertanto deve tranquillizzare la categoria ed il mercato tenendo conto che le finalità del fondo di garanzia è quello di coprire i danni subiti dal turista in caso di fallimento o insolvenza dell'organizzatore del viaggio o dall'agenzia intermediaria che lo ha venduto. Molte sono le agenzie, e qualcuna iscritta anche alla Fiavet, che nell'ultimo quinquennio, ovvero dall'inizio della crisi, hanno cessato l'attività,ma la quasi totalità, lo ha fatto senza lasciare pendenze sia nei confronti del clienti che dei fornitori di servizi. Per questo motivo dall'esame delle proposte presentate dalle varie Compagnie di assicurazione o dalle associazioni di categoria alle agenzie di dotarsi di assicurazione contro i rischi sopra citati, alcune di queste prevedono costi che appaiono troppo onerosi rispetto al reale rischio di fallimento o insolvenza. Ogni agenzia pertanto deve valutare effettivamente quali sono i possibili rischi nei confronti dei consumatori. Una cosa è importante.: 'agenzia che opera come intermediaria e vende un pacchetto di un T.O. deve,prima di stipulare il contratto con il cliente, controllare che il T.O. sia regolarmente coperto contro eventuali rischi di fallimento o insolvenza. Da ricordare che l'intermediario che costruisce in proprio un proprio pacchetto per il turista, assume le responsabilità proprie dell'organizzatore e,di conseguenza, la copertura dei rischi sopra indicata deve esserci.

Decollano gli info point delle agenzie di viaggio

E’ stato messo a punto con Bologna Welcome l’operativo degli otto Info Point che nella città di Bologna e nelle località di Imola,Castel S.Pietro,S.Lazzaro di Savena,Casalecchio di Reno,Porretta Terme e Bazzano forniranno ai turisti italiani e stranieri informazioni turistiche, prenoteranno alberghi e altri servizi turistici. Questi uffici,gestiti da personale poliglotta, potranno essere collegati via internet con operatori stranieri e anche singoli turisti che potranno prenotare pacchetti con soggiorni a Bologna ed anche in altre località turistiche regionali. E’ questa una iniziativa, per ora sperimentale, che potrà essere estesa anche ad altre provincie dell’Emilia-Romagna. Vedremo quindi accanto agli uffici informazioni tradizionali anche questi Info Point gestiti dalle agenzie di viaggio che costituiranno un importante supporto all’incoming per Bologna. Importante per le agenzie di viaggio è quello di poter abbinare ai propri pacchetti già costruiti anche particolari servizi che Bologna Welcome gestisce già da tempo quali ad esempio il giro turistico della città di Bologna, varie escursioni quali la visita alla Ferrari, alla Ducati, itinerari gastronomici, corsi di cucina, ecc.
Fondo di garanzia : altro problema per gli agenti di viaggio

Dal 1 luglio p.v. non sarà più attivo il fondo nazionale di garanzia che copre i danni subiti dal consumatore in caso di fallimento o insolvenza dell’agenzia organizzatrice o intermediaria del viaggio. Da oltre un mese è un susseguirsi di notizie e proposte realizzate da associazioni di categoria, fra queste la Fiavet e compagnie di assicurazioni,che presentano progetti di iniziative che vengono offerte alle agenzie di viaggio. A dire il vero ancora di veri e chiari progetti non se ne vedono,tutte indicazioni generiche,ma nessuno esce, per così dire, allo scoperto. Una cosa è certa : vi saranno costi alquanto elevati a carico delle agenzie e già si può considerare che molte agenzie non saranno in grado di poterli sostenere. A pochi giorni dall’inizio di luglio non si hanno ancora indicazioni precise da parte del Governo,ma si sa solo che la scadenza del fondo nazionale non sarà prorogata. Quale consiglio oggi dare alle agenzie? Attendere di avere le idee chiare su come procedere per evitare confusione e scelte sbagliate,. Fiavet Emilia-Romagna-Marche intende presentare ai propri soci una proposta semplice e meno onerosa di quelle offerte sia dalle associazioni nazionali che dalle Compagnie di assicurazione .

Annullamento del viaggio senza penale

E' questa la “mossa” attivata da alcuni T.O. per stimolare la vendita dei viaggio e/della vacanza. Sono in corso contatti con le compagnie di assicurazione per inserire nel contratto di viaggio per la vendita del pacchetto turistico, la clausola che tutela il turista dal rischio di atti di terrorismo per cui viene richiesto l'annullamento del viaggio. Certamente con maggiore tranquillità per il turista nel prenotare il viaggio aumenteranno le vendite. Già della tutela del rischio terrorismo se ne parlava da tempo, ed ora la quasi totalità delle compagnie di assicurazione si sono adeguate ad introdurla nei loro contratti di polizza. Iniziativa questa ben accolta dalle agenzie di intermediazione che già ne vedono iprimi risultati positivi per la stagione turistica estiva. Da ricordare che tra i motivi più frequenti che portano all'annullamento del viaggio da parte del turista vi è quello della paura di “eventi geopolitici” come è stato riportato nell'articolo di Guida Viaggi del 16 maggio dal titolo “stai sereno ed annulla” La garanzia della possibilità dell'annullamento del viaggio ,a detta delle agenzie, è acquistata senza problemi dai turisti. La spesa di questa copertura va dall'1 al 6% del valore del pacchetto . Più è alta la garanzia e più elevato è il costo. Da ricordare inoltre che la polizza può essere con commissione per l'agenzia che la propone.
Le città d'arte hanno beneficiato del ponte del 2 Giugno..

Il tempo ed il clima durante i giorni del “ponte” del 2 giugno ,non hanno favorito il turismo balneare,ma quello delle città d'arte. Certamente gli albergatori e gli operatori turistici della riviera adriatica si aspettavano un maggior numero di turisti e vacanzieri a trascorrere i 4 gg. del lungo ponte di giugno.,ma la stagione climatica non è stata delle migliori,pur essendo in primavera avanzata. Alcune località classiche come Rimini e Riccione hanno avuto turisti in maggior parte pendolari che speravano sempre in un miglioramento atmosferico che poco è stato. Hanno invece fatto il “pieno” le città d'arte della regione,Bologna in testa che ha fatto registrare un notevole aumento delle presenze di stranieri e italiani rispetto al 2015 sia a livello individuale,ma anche di gruppo. Praticamente invasa Piazza Maggiore da una serie di eventi ,a dire il vero anche elettorali,ma i musei e sopratuttto gli alberghi hanno avuto un positivo movimento di ospiti. Certo senza le bizzarie del clima si sarebbe fatto il tutto esaurito anche nelle località del mare. Ora è tutto orientato all'estate con la speranza che sorpatuttto l'aeroporto di Rimini possa regolarmente funzionare e possano atterrare i gruppi di stranieri dei paesi europei. E' su questo filone che va ,in maggior parte, del lavoro delle agenzie di viaggio della riviera e la stagione può essere positiva solo se tutte le prenotazioni saranno confermate. Si conta inoltre su quei turisti che abbineranno alla visita a Roma per il Giubileo, un periodo di vacanza al mare o nelle città dell'entroterra. Per quanto riguarda il turismo outgoing ,come avviene ormai di regola negli ultimi anni, le prenotazioni per viaggi all'estero vanno a rilento,le gente non è ancora entrata nell'ottica di fare scelte e prenotazioni. Sarà l'ultimo momento, alla vigilia dell'inizio del periodo delle ferie,che si potrà fare rilevazione su come andrà il lavoro.

Un italiano su cinque accede a servizi travel via smartphone..

E’questo quanto emerge da una indagine realizzata da Amadeus. “L’online continua a trainare il mercato. Nel 2015 le prenotazioni online sono state oltre il 47% del totale,con una crescita del 15%rispetto al 2014 e si prevede che entro il 2017 la quota di prenotazioni via web potrà superare quella legata al canale tradizionale delle agenzie di viaggio.” Le agenzie di viaggio online – OTA – mantengono il primato rispetto alle prenotazioni tramite canali diretti,grazie anche alle app di comparazione delle varie tariffe. Dette agenzie ,a livello europeo, hanno consolidato la propria posizione con una crescita del 14% sul 2014 e ricavi complessivi che hanno superato i 53 miliardi di euro. “Le tecnologie digitali evolvono a eccezionale velocità,sempre più offrono esperienze e permettono ai viaggiatori di individuare informazioni aggiornate in tempo reale grazie ai sistemi predittivi.” In Italia la generazione dei giovani (18-24 anni) mostra una forte propensione all’uso di smartphone per servizi legati ai viaggi :oltre uno su 4 (26%) visita portali di recensioni o prenotazioni di servizi turistici almeno una volta al mese. Le nuove strategie legate al mobile indirizzano la crescita dell’online e in Italia ,che rappresenta l’8% del mercato europeo,pur con il mercato ancora in un periodo di contrazione, l’ascesa continua.. E’ dunque il mobile che rappresenta il mezzo capace di spostare gli equilibri del mercato nel prossimo futuro,soprattutto a favore delle OTA,dal momento che l’approccio del consumatore è quello di rivolgersi prima ad un sistema di confronto sulle tariffe piuttosto che all’app proprietaria del fornitore preferito. In Italia il 21% dei possessori di smartphone accede almeno una volta al mese ai servizi di prenotazioni,recensioni, confronto tariffe, ecc,un dato che rappresenta oltre un quarto del totale (26%) se si considerano soltanto la fascia degli “giovani adulti” (18-24 anni) Dato questo di gran lunga superiore a quelli di altri paesi europei (Germania,Francia,Regno Uniti, e Spagna). E tutto ciò nonostante l’Italia sconti ancora un gap in termini di accesso alla banda larga e di utilizzo della carta di credito rispetto ai paesi sopra indicati. Prospettive future quindi sicuramente positive soprattutto per il fatto che la penetrazione degli smartphone è sempre più capillare all’interno della popolazione italiana.. Dopo quanto emerge nei dati di Amadeus,la domanda che gli agenti di viaggio si devono porre è una sola: come affrontare anche l’invasione delle prenotazioni di servizi turistici tramite gli smartphone? La risposta anche se non è semplice può essere una sola: l’agente di viaggio deve essere in grado con dati concreti di dimostrare al consumatore che in agenzia potrà trovare gli stessi servizi e vantaggi che trova con lo smartphone,ma con un valore aggiunto maggiore che si riassume nell’assis
Black out del turismo in Egitto, Tunisia, Turchia

“Come cambiano le rotte del turismo dopo lo schianto dell’airbus EgiptAir” E’ questo il titolo di un articolo apparso sul Sole 24 ore del 23 maggio u.s. Un articolo che prende in esame nel dettaglio la situazione del mercato turistico dopo il drammatico evento accaduto nel Mediterraneo con lo schianto del volo Parigi – Il Cairo . Il disastro aereo” potrebbe essere la pietra tombale del turismo egiziano”. E dal 2011 che l’Egitto è bersagliato da tragici eventi:incidenti,sommosse, situazione politica allo sfascio, che hanno portato al collasso la già traballante economia egiziana, che trova nel turismo una delle poche fonti di reddito. Crollo del 90 % del movimento turistico , e gli stessi operatori italiani debbono purtroppo rilevare che non vi sono,al momento, prospettive di ripresa. Ma non solo l’Egitto sta subendo una conseguenza gravissima degli attacchi terroristici,ma anche la Tunisia,la Turchia, ed anche il Marocco sono paesi che non sono richiesti dai turisti europei. Inutili sono le offerte di prezzi “stracciati”; la mancanza di sicurezza influisce negativamente sulla domanda. Spagna ed Italia sono le mete scelte dai turisti dei paesi europei, con la Spagna a fare la parte del leone,ma anche la Croazia è molto richiesta dai turisti italiani. La Grecia ,ad oggi, è un enigma che potrebbe risolversi in positivo se l’Europa .come ha promesso, l’aiuterà ad affrontare la grave crisi economica. Incideranno notevolmente,in particolare, sul turismo greco ed italiano i flussi migratori dall’Africa e altri paesi del medio-oriente. Se continueranno al ritmo di questi ultimi giorni, dal turismo in Sicilia,Calabria,Puglia ed anche Sardegna non si potrà trarre quei risultati che tutti auspicano. Una prova quella che attende il turismo italiano incoming molto importante, ma alquanto difficile per i motivi suesposti. Una raccomandazione è d’obbligo: non è possibile avere incrementi dei prezzi nelle strutture alberghiere con aumenti fino a due cifre in percentuale! I T.O. tedeschi interessati all’Italia hanno già evidenziato questi aumenti e noi sappiamo che le prenotazioni delle vacanze estive nel ns.paese dalla Germania ,in particolare, avvengono all’ultimo minuto, essendo un turismo quello tedesco in prevalenza di clienti individuali a livello famigliare che si muovono con automobile. Cambiare itinerario e paese è quindi una cosa molti semplice!