Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
Gite scolastiche che si trasformano in tragedie

E’ una triste realtà di questi giorni. Quanto è accaduto a Milano nell’arco di pochi giorni lascia perplessa e sgomenta l’opinione pubblica. La notizia di due giovani che perdono la vita nelle circostanze descritte durante una gita scolastica per visitare L’Expo non trova parole . Il problema delle gite scolastiche esiste da sempre; molti giovani durante i viaggi o i soggiorni fuori casa con la scuola si comportano spesso al fuori delle regole, si formano gruppi che sono portati a compiere gesti e tenere comportamenti non dovuti. Anche le agenzie di viaggio che per legge organizzano gite scolastiche,mentre proliferano le scuole che non rispettano le regole e le organizzano direttamente,sono preoccupate quando programmano il viaggio richiesto dalla scuola e nonostante cercano di coprirsi con polizze assicurative, spesso si trovano coinvolte in situazioni non certo piacevoli causa il comportamento degli studenti. Ora cosa devono fare gli insegnanti che accompagnano gli studenti? A parte il fatto che molti rifiutano questi incarichi,tra l’altro poco retribuiti, e pieni di responsabilità, in certe situazioni proprio non possono fare nulla in particolare durante la notte quando è abitudine dei giovani di radunarsi fare baldoria e spesso usare droga. E’ quanto si è verificato nei recenti casi di Milano ,ma è quanto accade purtroppo ogni sabato sera anche nelle discoteche. Non vogliamo essere ne psicologi,né sociologi,ma riteniamo che il discorso sui pericoli di ogni tipo che il drogarsi comporta ,con gli studenti deve iniziare non durante le gite scolastiche ,ma a monte quando i giovani iniziano gli studi fin dalle scuole elementari. Questo è il compito che genitori ed insegnanti devono svolgere i primi con i loro figli ed i secondi con i loro allievi.

...ed ora i Mercatini di Natale.....

Nei mesi di Settembre ed ottobre le agenzie di viaggio dell’Emilia-Romagna hanno lavorato con le visite all’Expo,alcune con partenze giornaliere di pullman chi per una giornata chi per due compreso il pernottamento. Non si prevedeva una richiesta così elevata di prenotazioni in quanto si pensava che con i treni ad alta velocità e le auto personali fosse questo il movimento per l’Expo. Ed ora molte agenzie sono già pronte per le visite ai mercatini di Natale sia in Italia e anche all’estero. E’ questo infatti un mercato che negli anni scorsi ha dato ottimi risultati e lo si spera anche quest’anno. Le mete maggiormente programmate : le località dell’Alto Adige in Italia e l’Austria e la Germania(Monaco in particolare) per l’estero. Anche qui gite di un giorno per l’Italia mentre per l’estero si parla di weekend. Non dobbiamo dimenticare che l’organizzazione di queste iniziative permette a molte agenzie di muovere fatturato anche in periodi di non elevate richieste di viaggi. Con i mercatini di Natale ci si porta con il lavoro fino a metà dicembre con la speranza poi di lavorare con i viaggi e le vacanze all’estero per le festività di Fine Anno. In prevalenza questo lavoro è svolto da agenzie che territorialmente collaborano con le associazioni, le parrocchie, i circoli sportivi,ricreativi sociali,e altre attività per cui per completare uno o più pullman per una gita è abbastanza facile se si è ben introdotti. Quelli che sono ancora abusivi,devono diventare clienti delle agenzie di viaggi. E’ questo lo scopo della campagna contro l’abusivismo che la Fiavet sta facendo per richiamare l’attenzione dei turisti che assistenza,garanzia e sicurezza la possono trovare solo in agenzia.
Le agenzie dell'Emilia-Romagna scoprono l'incoming

E’ questa una realtà accertata in fase di chiusura di Expo. Ovviamente intendiamo le agenzie di viaggio delle città d’arte e delle località turistiche dell’entroterra regionale, in quanto le agenzie ubicate sulla Costa vivono da sempre di incoming. I dati di questa nuova attività intrapresa da molte agenzie di viaggi della ns.regione si ricavano da una mini-indagine svolta dalla Fiavet con la collaborazione delle agenzie che hanno manifestato di operare nel settore. Questo business in netta evoluzione pur tra problematiche,difficoltà operative,esigenze ecc. trova giudizi positivi dalle agenzie che hanno lavorato sull’incoming. Un incoming che dobbiamo segnalare trova -attualmente - la sua massima espressione a livello domestico ovvero nel fare incoming con turisti italiani. L’esempio lo abbiamo avuto con Expo, moltissimi sono stati i pullman organizzati dalle agenzie ma solo per turisti italiani. L’estero manca ancora quasi totalmente. Mancano i contatti con gli operatori stranieri che programmano i gruppi, diventa difficile farsi conoscere, i costi di partecipazione alle fiere internazionali sono troppo onerosi. L’Enit che doveva svolgere questi compiti è mancato completamente e tuttora non si vedono prospettive di operatività futura. Le istituzioni regionali pur con impegno non riescono a stabilire positivi incontri con i buyer stranieri.. La prospettiva per i mercati esteri è l’inserimento in automatico dei vari “pacchetti” costruiti dalle agenzie nei vari portali online. E’ questa l’iniziativa che si sta perfezionando da parte della Fiavet con Bologna Welcome. Scopo dell’associazione è quello di valorizzare e fare conoscere all’estero i prodotti delle agenzie e permettere il contatto diretto tra un turista straniero e l’agenzie locale per la prenotazione del viaggio.

TTG 2015 - Come è andata?

Siamo stati al TTG di Rimini e l’impressione che abbiamo avuto ,confermata anche da diversi nostri associati presenti, è stata quella di una edizione tutto sommato positiva,rispetto a quelle degli ultimi anni. La solita concentrazione degli agenti di viaggio nella giornata del venerdì ha creato un po’ di confusione,ma in complesso si è “respirato” un’aria migliore rispetto al passato. Non possiamo certo dire che la crisi del settore sia finita,anzi dobbiamo rilevare che molti T.O. hanno problemi di programmazione e di prodotti soprattutto per le località da sempre più gettonate (Egitto e Tunisia). Anche alcuni seminari sono stati interessanti soprattutto per capire come si sta posizionando il mercato di fronte ai cambiamenti in atto. Molto affollati gli stand degli operatori informatici con la presentazione di nuovi programmi di lavoro sui vari settori delle agenzie,dall’amministrazione alle vendite. Oramai tutto il lavoro in agenzia avviene via internet e di conseguenza tutti sono alla ricerca dei progbrammi più validi ed economici. Le prospettive del lavoro per il Capodanno sono ancora molto incerte,ma, come è noto, solamente all’inizio di dicembre si avviano le prenotazioni. Molto apprezzati gli operatori che hanno presentato l’incoming. Con il Giubileo continuerà certamente il lavoro avviato per l’Expo. E’ questa una nota positiva perché molti agenti di viaggio hanno avviato l’attività incoming con risultati soddisfacenti. E questo è avvenuto anche per diverse agenzie dell’Emilia-Romagna

La Fiavet alla trasmissione del Kilimangiaro su Rai 3

E’ ripresa domenica 11 ottobre e terminerà nel marzo 2016,la trasmissione televisiva “Kilimangiaro” in onda nel pomeriggio su Rai tre. Come l’anno scorso, a rappresentare la Fiavet in trasmissione, vi è il nostro associato Massimo Caravita. L’intento è quello di valorizzare il ruolo professionale delle agenzie di viaggio per garantire la migliore soddisfazione delle esigenze del turista ed il suo diritto a fruire di un viaggio o vacanza “sicuri”. Le puntate sono visibili anche sul sito www.raireplay.it

Ora prepariamoci per il Giubileo...

Non ancora è chiuso Expo che già si deve pensare al Giubileo. Un evento che continuerà a portare turisti stranieri nel ns.Paese e a Roma in particolare. Gli agenti di viaggio pertanto devono continuare quell’attività di incoming iniziata con Expo. E di questo evento devono approfittare anche gli agenti di viaggio della ns.ragione. Le agenzie dell’entroterra devono continuare a lavorare con i corrispondenti stranieri che già hanno iniziato a costruire i pacchetti per visitare Roma e l’Italia nel 2016. Per giungere a Roma per chi viene dal Nord Europa ,escluso i voli diretti, deve passare per Bologna e l’Emilia Romagna deve essere pronta ad accoglierli prima e/o dopo la visita a Roma. Pacchetti già utilizzati per l’Expo devono essere aggiornati e riproposti anche per il Giubileo sia per la visita della città d’arte che per i soggiorni sulla riviera nella prossima estate. Il Giubileo è un evento che non si deve perdere per cercare di aumentare il lavoro ed il fatturato. Gli alberghi hanno già pronte le tariffe confidenziali anche per le agenzie di viaggi. Si tratta già ora di assemblare i servizi e mettere le offerte sul mercato. E’ auspicabile da tutti che per il Giubileo ,l’ENIT che ha fatto ben poco per l’Expo, possa essere funzionante e svolgere quei compiti di promozione all’estero quanto mai necessari per fare conoscere in ogni parte del mondo il ns.Paese .

Settembre boom di visitatori per EXPO..

I dati dei visitatori di Expo rilevati nel mese di settembre sono più che positivi. Oltre 3 milioni di visitatori di cui anche una buona parte di stranieri. I week end di settembre hanno registrato code di visitatori fino a 4 ore per visitare i padiglione (Giappone in testa) Con questi dati si raggiungeranno, e forse si supereranno, sicuramente, le previsioni dei 20 milioni di presenze. Il clima ha certamente favorito le visite,da molte parte d’Italia ogni giorno partivano pullman,treni e auto private di molti turisti diretti a Milano. Di questo boom ne ha beneficiato anche l’Emilia-Romagna,dalla città d’arte alle località turistiche della riviera con Rimini in testa. Solo da Rimini,dove erano in vacanza , ben 3.000 austriaci della terza età hanno colto l’occasione per andare all’Expo. Bologna ha avuto un 15% di presenze di turisti in più solo nel mese di settembre e molti di questi venivano dall’Expo. Si può quindi considerare positiva la stagione turistica che si chiuderà a fine ottobre . Anche alcune agenzie di viaggio hanno beneficiato dell’Expo organizzando gite anche di un solo giorno in pullman dalle varie località. Ora i risultati conseguiti dovrebbero continuare anche nel prossimo anno favoriti dal Giubileo che aprirà l’8 dicembre prossimo. Due eventi mondiali /Expo e Giubileo) che dovrebbero portare l’Italia fra i primi tre paesi per numero di visitatori del ns.paese.