Fiavet Emilia-Romagna e Marche
Associazione delle Agenzie di Viaggio Emilia-Romagna e Marche

Blog Ufficiale dell'Associazione


Home Accedi Cerca
EBURT
Nessun rimborso per acquisto di biglietti on line!!

Per l’acquisto di biglietti aerei o ferroviari on line,trattandosi di una vendita a distanza, in base al Codice del Consumo, non è ammesso il diritto di recesso e pertanto ,se non utilizzati, non avranno il rimborso del prezzo pagato. Ciò non esclude che il venditore non possa riconoscere al viaggiatore la possibilità di rinunciare all’acquisto effettuato, eventualmente trattenendo una percentuale del costo del biglietto pagato prevedendo in tal caso una penale. Molti operatori offrono specifiche polizze di assicurazione al momento della vendita del biglietto, che spesso il viaggiatore stipula senza quasi accorgersene cliccando su una casella che spesso non illustra in modo chiaro l’operazione. Ciò è vietato dalla legge e diversi sono stati gli interventi del Garante della concorrenza e del mercato che ha sanzionato diversi vettori per un comportamento definito ingannevole.. Provvedimenti analoghi sono stati presi per spese addebitate sul pagamento con carta di credito. Per il viaggiatore sprovveduto l’acquisto on line è dunque spesso a rischio. Tutto ciò non accade se l’acquisto del biglietto viene fatto in una agenzia tradizionale che risponde dell’operazione in ogni minimo dettaglio. Un ruolo insostituibile quello delle agenzie per coloro che non vogliono correre rischi. Da ricordare,e molti turisti non ne sono a conoscenza, che le stesse tariffe dell’online si trovano presso l’agenzia di viaggi che ,in aggiunta, offre assistenza,capacdtà e professionalità

L'abusivismo è il peggior concorrente delle agenzie di viaggio

Ancor più delle crisi economica,peraltro in fase di rallentamento, e del “fai da te” dei turisti con le prenotazioni dirette online, è l’abusivismo che reca i maggiori danni al lavoro delle agenzie I dati lo confermano : oltre il 30% del lavoro che dovrebbe essere prodotto dalle agenzie, viene gestito dagli abusivi. Per abusivi si intendono le associazioni,i craal, le parrocchie, le scuole, guide turistiche,accompagnatori ,gestori di pullman ed anche cittadini privati .che organizzano gite di una sola giornata o viaggi e soggiorni di più giorni,non solo in Italia ma anche all’estero,senza avere la regolare autorizzazione. Con l’avvento di internet il fenomeno è sensibilmente aumentato,la pubblicità sul web, i face book,i blog,twitter e l’invio di new letter, costituiscono le forme più utilizzate. Tutti sono a conoscenza di queste attività irregolari,ma chi dovrebbe intervenire per cercare di eliminale,non interviene affatto. Gli enti locali preposti alla vigilanza ed al controllo sono ,in Emilia-Romagna le Province, nelle Marche i Comuni, ma non intervengono se non dietro una segnalazione. E questa segnalazione nella maggioranza dei casi,la presenta la Fiavet che a sua volta deve ricevere l’informazione e la documentazione dalle stesse agenzie di viaggio. Alcune agenzie inviano queste notizie, ma altre subiscono passivamente questa sleale concorrenza. Ciò che si riscontra nei viaggi organizzati irregolarmente è che il turista crede che tutto sia in regola,che il viaggio sia autorizzato,che sia coperto da assicurazione ( spesso non viene stipulata la relativa polizza) e pertanto viaggia sereno e contento perché ha risparmiato sull’acquisto rispetto all’agenzia di viaggi regolare .che, pagando imposte,tasse e personale regolarmente assunto non può competere con i prezzi degli abusivi. Nessuno ferma gli abusivi;da parte della Fiavet solo la Guardia di Finanza potrebbe farlo,perché l’attività svoltaevade spesso anche il fisco,organizzando senza i documenti contabili regolari. Da tempo vengono segnalate anche ai Comandi della GdF territorialmente competenti le attività abusive,ma per via della privacy non si viene a conoscenza se è stato fatto oppure no un accertamernto fiscale.

Ryanair è all'avanguardia del turismo

Ogni giorno Ryanair fa notizia. Di ieri l’annuncio della creazione di un sito web con pacchetto di servizi (albergo incluso) per competere con le OTA Di oggi la notizia che dal 12 dicembre 2015 partirà il primo volo per gli Stati Uniti ovviamente con una tariffa iniziale bassissima sui 10 euro! Forte dei suoi 100 milioni di viaggiatori, e con gli aerei sempre pieni possiamo dire che Ryanair è la star del trasporto aereo. Come è noto è cambiato il comportamento negativo del vettore tenuto per anni nei confronti delle agenzie di viaggio e ora si può lavorare anche se con margini limitati con le sue offerte. A parte i molti turisti che lo prenotano direttamente (si parla di oltre il 50% di chi vola), molti sono i clienti leisure delle agenzie che lo richiedono come prima scelta. Anche sul ramo business si sta muovendo e già le percentuali delle vendite dei voli per questa categoria di viaggiatori stanno aumentando progressivamente. Se riuscirà a far partire in modo continuativo anche i voli verso gli Stati Uniti vi sarà un boom di richieste di viaggi verso l’America che porterà lavoro anche alle agenzie. Questo è il mercato di oggi. Alle agenzie non rimane che adeguarsi e cercare di trarre i maggiori vantaggi da queste importanti eventi che Ryanair continua a lanciare.
Ferrari - Pavarotti - Gastronomia = un valido pacchetto

E’ su Modena e la sua provincia che si è costruito un interessante pacchetto di servizi turistici apprezzato in particolare da turisti stranieri in visita all’Expo. Si chiama “Passaporto Discover Ferrari – Pavarotti Land” la card che permette la visita ai musei della Ferrari, alla casa museo di Pavarotti e ad aziende agro-alimentari quali il parmigiano reggiano, l’aceto balsamico, le cantine del lambrusco e alcuni salumifici. E’ questo un interessante pacchetto che permette anche nell’arco di due giornate, con pernottamento in loco, di poter visitare alcune realtà dell’Emilia-Romagna note nel mondo. La Ferrari in primis, poi la casa museo di Pavarotti ed infine le realtà gastronomiche sono state visitate da turisti molti dei quali venuti in Italia per l’Expo. I week end di luglio e agosto hanno fatto registrare un buon movimento turistico di gruppi e turisti singoli e fino al 31 ottobre p.v. quando chiuderà Expo, si conta che tanti altri turisti coglieranno l’occasione per vedere di persona quanto la ns.regione produce. Finalmente l’incoming nell’entroterra regionale sta prendendo piede e molte sono le agenzie di viaggi impegnate nella promozione e vendita anche di pacchetti con visita alle città d’arte.

Vendita on line - E' lotta tra giganti del web

Basta andare su internet per vedere un elevato numero di sistemi di prenotazione attivati da fornitori di ogni genere di servizio turistico per “catturare”prima l’attenzione e poi la prenotazione da parte del turista. E’ una delle realtà del mercato e pertanto non ci si deve meravigliare se chi la fa da padrone poi in definitiva sono le OTA. E’ all’attenzione di tutti la battaglia intrapresa da Federalberghi con l’invito ai clienti di prenotare direttamente presso le strutture alberghiere e non sui vari portali. Le agenzie di viaggio non vengono nemmeno nominate dall’associazione degli albergatori che pertanto non vedono il “nemico” negli agenti di viaggio bensì nelle stesse OTA. Prendiamo anche il comportamento di Ryanair che dopo aver detto peste e corna contro le agenzie ora si è avvicinato al settore con l’ingresso nei gds e sfida i giganti dell ‘e-commerce con l’annuncio di voler diventare “l’Amazon” dei viaggi. Ha dato la notizia che creerà entro ottobre un sito internet definito “holidays” dove si potrà prenotare direttamente ogni singolo servizio: transfer, noleggi,ecc. ma soprattutto gli alberghi. Le agenzie di viaggi non entrano in questa lotta tra giganti,ma continuano a recuperare consenso e clientela. Lo dicono,in primis, alcune statistiche che giungono dagli Stati Uniti dove le prenotazioni on line hanno smesso di crescere e quelle delle agenzie hanno cessato di diminuire. Il web e le agenzie di viaggi operano in due mondi separati e al momento sembra non si pestano i piedi. Le agenzie giocano la partita dell’assistenza,garanzia,rapporto umano con il cliente, una partita che da evidenti segnali di recupero di clientela; mentre con l’online il cliente che prenota sul web è “caccia libera”di tutti i player impegnati nella concorrenza per accappararselo.

Alcuni importanti T.O. non saranno presenti al TTG?

E’ questa la notizia che gira in questi giorni nelle agenzie di viaggio. Lo stesso TTG Italia parla di “vacanza” di qualche T.O. Astoi, il che significa che non saranno presenti all’evento di ottobre con il proprio stand? Considerando che il TTG è un importante punto di incontro tra Organizzatori ed intermediari,questa notizia non la si ritiene positiva. I motivi, forse sono da ricercare nei costi degli stand e di presenza e con un mercato che vede i T.O. alle prese con grossi problemi di vendita, le politiche aziendali avranno preso questa decisione? Sono numerosi i T.O nel nostro paese e sicuramente l’assenza di qualcuno forse passerà inosservata. Certo il modo di lavorare nel nostro settore sta cambiando ogni giorno tra organizzatori ed intermediari il dialogo spesso si interrompe per motivazioni sconosciute. Sempre da un articolo del TTG si legge “ I T.O. nella terra di mezzo” indicando con questa frase come il mercato che vede protagonisti il web e le agenzie di viaggi ,si presenta oggi. Le vendite imperversano sul web e le stesse agenzie di viaggio, che operavano solo come intermediarie un tempo, stanno diventando piccoli T.O. sempre più organizzando viaggi direttamente per i loro clienti. Sono questi i motivi per cui i T.O. sono nella cosidetta terra di mezzo? Dal prossimo TTG si attendono valide risposte.

Lufthansa perde fatturato

Una mini indagine svolta su un campione di 10 agenzie di viaggio che vendono biglietteria aerea ,per conoscere come dal 1 di settembre abbiano prenotato voli Lufthansa ha evidenziato quanto segue: oltre la metà delle agenzie interpellate aveva iniziato a ridurre le vendite del vettore tedesco già prima del 1 settembre ciò anche per abituare la clientela ad utilizzare altri vettori per rotte proprie di Lufthansa. Informando poi la clientela della maggiorazione di 16 euro a tratta dal 1 settembre,molti turisti hanno accettato la proposta di avvalersi di altro vettore con tariffe anche inferiori. Discorso diverso per il business a questo punto le stesse agenzie nei confronti delle aziende hanno,in certi casi, consigliato di utilizzare il vettore soprattutto per voli intercontinentali. Siamo convinti che il vettore rivedrà la sua politica nei confronti delle agenzie soprattutto dopo aver ridotto dall’1 allo 0,1% la commissione. Ciò anche perché qualche segnale di riapertura del dialogo è apparso e se è vero che lo stesso vettore ritiene importante il ruolo delle agenzie di viaggio nella vendita di biglietteria aerea,dovrà fare una mossa positiva di fronte alle proteste di tutti .

In aumento i turisti nelle città d'arte dell'Emilia-Romagna

Dati più che positivi si registrano per i mesi di giugno-luglio-agosto del movimento turistico sia italiano che straniero nelle città d’arte della regione. A Bologna in particolare i turisti sono aumentati rispetto ad analogo periodo del 2014 di circa il 20%. Questa percentuale la si può dividere nel 50% di italiani e nel 50% di stranieri. Gli esercizi alberghieri dichiarano dati positivi; è sufficiente essere nel centro storico della città ogni mattina per notare diversi gruppi di turisti Alcune agenzie di viaggio che operano anche nell’incoming confermano più movimento rispetto al passato specie per gli stranieri molti dei quali sono in Italia per l’Expo. A Modena sono numerosi i turisti che hanno visitano la Ferrari,mentre in provincia di Parma la visita alle aziende del Parmigiano e del Prosciutto hanno tratto dall’Expo l’ interesse di turisti stranieri. Città d’arte come Ferrara e Ravenna sono state meta di visite di molti di coloro che hanno trascorso le vacanze sull’Adriatico “ . Notevoli vantaggi sono dovuti all’aumento del traffico aereo su Bologna. L’aeroporto Marconi è ai primi posti nella classifica degli aeroporti italiani ed è in costante aumento il numero dei passeggeri e delle compagnie aeree straniere che vi atterrano. Ryanair prevale sulle low cost e sono voli che portano non solo italiani all’estero,ma anche turisti stranieri nella regione. A fine anno trarremo le somme definitive,ma un certo ottimismo prevale sugli operatori turistici.
Truffe on line all'ordine del giorno

Dai primi dati che veniamo a conoscenza sulle vendite di viaggi e soggiorni turistici,si rileva un aumento delle truffe per acquisti “fantasma” da parte di consumatori di servizi via online. E’ aumentato il numero dei clienti “fai da te” che hanno utilizzato internet per la prenotazione di servizi,ma di riscontro sono sensibilmente aumentati i casi dei turisti rimasti truffati. Abbiamo avuto anche qualche agenzia di viaggi “fantasma” che ha truffato i clienti, ma i casi più evidenti sono stati quelli di privati che hanno messo sul web,blog,face book, in particolare case per ferie in località turistiche italiane,chiedendo il pagamento con la carta di credito prepagata. Case rilevatesi inesistenti con i turisti che presentandosi sul luogo non hanno trovato nulla e quindi sono stati di fatto derubati. Denunce da parte dei turisti ne sono state presentate a migliaia con minime speranze di riavere i loro soldi. Con soddisfazione invece possiamo dire che ad oggi non abbiamo avuto alcuna segnalazione di reclami nei confronti delle agenzie nostre associate. Eppure disagi ce ne sono stati per via delle varie situazioni gravi nei paesi quali la Tunisia,ll’Egitto, e anche per le isole della Grecia; tutte mete di vacanza sempre richieste dai turisti italiani. La professionalità,capacità,e serietà sono alla base del lavoro delle agenzie che dopo oltre 6 anni di crisi del settore sono ancora sul mercato e hanno visto in questi ultimi mesi aumentare il ritorno nei loro uffici di molti clienti che, tentati delle varie offerte online, avevano scelto internet per prenotare viaggi e vacanze.